Calendario Eventi

Maggio - 2018
D L M M G V S
  01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 25 26
27 28 29 30 31  

PRONTI......MONTA IN BIKE.........PARTENZA......VIA!!!!!!!!!

PROGRAMMA ATTIVITA' MTB OVER13 ANNO 2014

Finalmente la bella stagione è alle porte e gli sci lasciano il posto alle due ruote. Diamo una bella spolverata alla nostra MTB, una meticolosa revisione a freni, gruppo cambio, catena, ecc., ecc., e..........viaaaa!!!!! Si parte.....questo è il programma per l'anno 2014!!!! Per i nuovi giunti nel gruppo  e in regola con il tesseramento per l'anno corrente, mandate una mail ai referenti per essere aggiunti alla mailing list. Riceverete indicazioni sugli orari, punti di ritrovo e altre utili informazioni per ogni singola uscita. OBBLIGATORIO l'uso del casco (la testa è una sola, proteggiamola), guanti protettivi e occhiali (che fa più ganzi!!!!).

ATTENZIONE!!!! E' richiesto il pagamento di una quota di €30 (€10 tesseramento Polisportiva - €20 per partecipare a tutte le uscite in programma). Non è previsto alcun rimborso.

 

6h MTBike - Polisportiva Pineta ancora sul podio!!

L'edizione 2014 della 6h MTBike ha visto la presenza di ben tre squadre di staffetta ed il nostro Presidente Dario Guarda partecipare con estremo coraggio e grande resistenza in solitario. Un ringraziamento ai nostri atleti che hanno ben figurato nella classifica finale essendosi confrontati con le più forti squadre provenienti da tutto il Triveneto. 

Peccato che alla manifestazione non abbiano potuto prender parte i nostri giovani ma contiamo di vederli il prossimo anno anche loro forti e coraggiosi per affrontare una 6h veramente dura e selettiva.

Bravi ragazzi!! Siamo fortissimi.

Il nostro presidente Dario con le sue fan e sostenitrici
La gara colorata di verde: i colori della Polisportiva Pineta
Alcuni atleti davanti al meritato pasto
Lo Stand della Polisportiva preso d'assalto da soci e sostenitori

Gita del 6 e 7 settembre 2014

Marco
Irene
Max
Matteo
Ivan e Fabiana
Giulio
Chiara ed Emanuel
Andrea la solita fortuna!
La malga
Il gazebo
Le tende
Risveglio coi cavalli
Bikers nella nebbia
.....un pò di sole....

Purtroppo tutte le cose belle finiscono ma noi le facciamo finire col botto!!! Il 6 e 7 settembre si è conclusa l'attività del gruppo Mountaim Bike Over13 della Polisportiva Pineta programmata per l'anno 2014. Una stagione intensa malgrado un'estate che non si è mai pronunciata e la pioggia che ci ha accompagnato in qualche gita, anche nell'ultima! Siamo partiti come consuetudine da Laives per ritrovarci con i bolzanini alla fontanella. Andrea, Luciano, Marco, Max, Fabiana, Irene, Gabriel e Chiara, Ivan, Matteo, Giulio ed Emanuel i partecipanti dell'ultima avventura che ci ha portati fino a San Antonio di Caldaro dove a bordo della cremagliera (unico mezzo utilizzato) abbiamo raggiunto il passo della Mendola. Da lì, lungo il Sentiero Italia, siamo giunti alla malga Romeno dove abbiamo effettuato una breve sosta prima di inerpicarci sul sentiero per raggiungere il Monte Roen (mt.2116). Sentiero tecnico e dalla pendenza rilevante che ci ha messo a dura prova, ripagandoci poi con una meravigliosa vista che si poteva godere dalla cima malgrado le nuvole si alternassero al sereno. Recuperate le forze si ripartiva alla volta della Malga di Coredo Nuova inizialmente lungo un single-track molto tecnico e insidioso (fango, sassi e radici bagnate) nel quale abbiamo messo in pratica le tecniche di guida acquisite nel corso della stagione. Oltrepassato il monte Schwarzerkopf il tracciato si faceva più semplice permettendoci di far correre la bike a velocità più sostenute senza farci mancare qualche bel saltino. Verso le 17 circa si raggiungeva la Malga Coredo Nuova dove Lino, il gestore. e la sua famiglia ci attendevano unitamente a cavalli, caprette, galline e altri animali da cortile che d'estate soggiornano in malga. La luce del giorno inizia a calare mentre la fame comincia a farsi sentire per le molteplici energie spese nel corso della giornata. L'acqua la fa ancora da padrona e ci costringere a rinviare il montaggio delle tende. Speriamo bene!!! Verso le 20 una nutrita comitiva di mountaibikers occupava il tavolo che il gestore aveva preparato con ottimo cibo (salumi e formaggi della malga), acqua e vino. Inutile dirlo ma lo dico: tutto ciò che è arrivato in tavola e che fosse stato commestibile è stato divorato!!! Dopo il piacere, il dovere: montaggio tende.......Approfittando di uno spazio al coperto predisposto da Luciano, Max e Marco e sotto l'illuminazione esterna della malga abbiamo montato le tende e il gazebo della Polisportiva nel quale i ragazzi hanno potuto dormire. Gli adulti si sono "sacrificati" dormendo nelle canadesi che nel frattempo erano state spostate nel prato adiacente all'edificio. Appena il tempo di chiuderci nelle tende che Giove pluvio ha provveduto ad inviarci tanta, ma tanta di quell'acqua che anche un pesce avrebbe detto BASTAAAA!!!!!!  Per fortuna le tende hanno retto e tra un campanaccio di mucca al pascolo e rumori vari tipici di quando si dorme all'aperto si sono fatte le 8 di mattina. Il risveglio è stato dei più sorprendenti: i cavalli e un asino erano a pascolare davanti alle nostre tende, per niente invasivi ma comunque curiosi di questi bipedi (noi umani) che uscivamo dalle nostre "tane". Anche la colazione concordata con Lino il gestore è stata piacevolmente abbondante, genuina e gustosa, quel che bastava per affrontare la seconda parte del tragitto e magari avere anche qualche "riserva di energie". Partenza alle ore 10.30 circa alla volta di malga Rodeza per raggiungere poi il Corno di Tres sul quale siamo saliti spingendo a tratti le biciclette. Sulla cima a metà tra la valle dell'Adige e la val di Non lo spettacolo sarebbe stato veramente da favola se non fosse stato per le nuvole che impedivano di vedere l'orizzonte. Discesa dal Corno di Tres con la bici (sfoderando anche qui tecniche di guida alla Brumotti) fino a raggiungere nuovamente il sentiero che ci ha condotto fino al passo di Favogna. Da qui lungo un bel sigle-track molto tecnico (AVS n.3) siamo giunti al Gasthof "Boarnwald" presso il quale abbiamo pranzato. Ripresi dalle fatiche siamo scesi fino a Cortaccia e qui Giove pluvio ci regalava ancora un pò della sua acqua. Sosta sotto una tettoia per 10 minuti circa e poi nuovamente in direzione di Egna dove si imboccava la ciclabile per fare ritorno a casa. Ora un pò di dati: Dislivello 1589m in salita e 2439 in discesa!!! (850m di dislivello in salita li abbiamo fatti in funicolare) - Quota minima 224m e massima 2116m -
Distanza: 75,5 Km - Calorie bruciate.....TANTEEEEE......

Gita del 16/08/2014

Anche nel ponte di Ferragosto i mountainbikers della Polisportiva Pineta hanno pedalato in barba al lungo ponte festivo. Partiti da Laives e capitanati da Luciano hanno raggiunto i bolzanini lungo la ciclabile del capoluogo, proseguendo poi verso la stazione a valle della funivia del Colle. Saliti in quota hanno percorso il sentiero europeo E5 raggiungendo il Woelfelehof, Nova Ponente per salire infine lungo la ripida strada che porta alla neo aperta malga Laab. Obbligatoria la sosta per “riempire lo stomaco” e riposare le gambe sotto il sole approfittando delle sdraio presenti. Dopo la sosta/siesta il gruppo si è rimesso in marcia alla volta di Aldino per fare ritorno a Laives e Bolzano attraverso la "vecia ferrovia" e la pista ciclabile.

Gita del 09/08/2014

Quest'anno sembra che la pioggia sia onnipresente. Il "sembra" mi pare però fuori luogo.....perchè la pioggia è sempre stata presente durante le nostre uscite, anche nell'ultima che abbiamo fatto agli Omini di Pietra-Stoanerne Mandeln. Con l'utilizzo dei furgoni della Polisportiva raggiungiamo Falzeben e subito un'impegnativa salita mette alla "frusta" le nostre gambe. Le cime delle montagne che ci circondano sono nascoste dalle nuvole basse ma comunque possiamo godere di un bel panorama. Saliamo tranquillamente fino alla Meranerhuette dove facciamo rifornimento d'acqua e poi proseguiamo verso la nostra meta. Il tracciato si fa un pò più tecnico, sia in salita che in discesa, il che permette ai partecipanti di mettere in pratica le tecniche di guida apprese nel corso delle precedenti escursioni. Finalmente raggiungiamo il punto più alto nonchè meta dell'itinerario, gli Stoanerne Mandeln appunto, dal quale godiamo comunque di un bel panorama anche se più autunnale che estivo. Scattiamo qualche foto, lasciamo un commento sul libro di vetta con relative firme e ci fiondiamo presso la sootostante malga, Moeltnerkaser, presso la quale facciamo "rifornimento" a base di piatti tipici, bevande, caffè e ammazza caffè (per la gioia di Umberto e Luciano). Ora ci attende una lunga discesa sul sentiero E5 che ci porta ad attraversare Schermoos, il Salto, Cologna di Sopra, Cologna di Sotto per giungere a Bolzano. All'unanimità è stato deciso che anche questa gita verrà riproposta nei prossimi anni data la bellezza dei luoghi.

Gite dal 05/07/2014 al 02/08/2014

un sosta durante la salita al Corno del Renon.
in cima al Corno del Renon
foto di gruppo durante la discesa dal Renon
A San Genesio presso il Tomanegger....piove!!!!
In discesa da San Genesio lungo la vecchia strada....
Ci godiamo il panorama e i freni respirano!!!!

Ecco alcune foto delle gite effettuate nel mese di luglio. Grande impegno da parte dei partecipanti che hanno pedalato e spinto per raggiungere il traguardo. Grazie agli accompagnatori Luciano, Marco e Max senza dimenticare Paolo e Umberto che sono sempre pronti a dare una mano. Le foto si riferiscono alle gite fatte al Corno del Renon e a San Genesio.

Gita del 28/06/2014

Ma siamo in ottobre o a fine giugno? E' autunno o estate? Qui non si capisce più nulla....ma una cosa è chiara: la gita di oggi la si fa comunque. Ritrovo alle ore 08.00 vicino alla caserma dei VV.FF. volontari di Laives, carichiamo le bici sul furgone e.....comincia a piovere!!! Vabbè ormai la fatica è fatta, partiamo lo stesso. Lungo la strada piove sempre di più si fanno i commenti del caso, qualcuno impreca ma più scendiamo verso sud e più le nubi si diradano. Concordiamo di fermarci ad Arco, parcheggiare e raggiungere Riva del Garda lungo la ciclabile. Finalmente il sole ci scalda le ossa e rasserena gli umori. Sosta idraulica al porto di Riva, caffè, cappuccino e brioches (Umberto non si fa mancare nulla!!!) e si riparte. La strada del Ponale è lì che ci aspetta, subito dopo il porto e sale gradatamente regalandoci panorami stupendi. Qualche pedone che sale, qualche mtbiker che scende e poi noi, che non perdiamo occasione per fermarci per una foto e ammirare il lago che si trova a strapiombo sotto i nostri piedi. Preoseguiamo verso la destinazione e ci inoltriamo verso il lago di Ledro, percorriamo un breve tratto della strada statale per imboccare nuovamente la ciclabile che con due brevi ma ripide rampe, ci permette di raggiungere la destinazione. Il meteo continua ad essere dalla nostra e decidiamo di fermarci sulla larga spiaggia posta destra del lago poco dopo il museo delle palafitte. Emanuel, Giulio, Marco e Simone, temerari, colgono l'occasione per fare un bel bagno. Recuperate le forze e ingoiato qualche panino si riparte per fare il giro del lago di Ledro sulla ciclabile che si snoda per 10Km lungo le sponde. Fortunatamente non c'è molta gente, le nubi incalzano e la temperatura non è delle migliori, per cui dove si può pedaliamo con più energia. Imbocchiamo nuovamente la strada del Ponale e, dove prima si sbuffava per la salita, ora ci si diverte per la discesa. Poste le dovute attenzioni ai pedoni e agli altri ciclisti, ci siamo concessi qualche "tirata" lasciando correre la nostra bike. Si ripropone il panorama che avevamo visto durante la salita, ma la discesa è più attraente e tecnica, non possiamo permetterci distrazioni: schiva, frena, salto, curva, pedone, sassi, sassi, pssssssss......qualcuno ha bucato!!!! 100 metri prima dell'asfalto il solito fortunato, niente cognome, solo il nome, Andrea, ha bucato!!! Ebbene sì ho bucato.....qualcuno mi suggerisce di far benedire la bici, io invece penso che qualche bar di pressione in più avrebbe fatto la differenza!!!! Vabbè con tempi da team Ferrari riparo la gomma e ripartiamo. Riva del Garda, ciclabile verso Arco, e visto che è uscito il sole e fa caldo da estate ci concediamo una sosta in gelateria. Ritorno ai furgoni, si caricano le bici, si fanno un pò di battute e si riparte verso Laives-Bolzano portandoci il ricordo di una bella giornata trascorsa in allegria e tra amici. Riva del Garda-Ponale, torneremo il prossimo anno!!!

24h VAL RENDENA

Nel fine settimana del 13 e 14 giugno si è svolta la 24h Val Rendena, in località Caderzone, in concomitanza con la 6h che si è tenuta il sabato. Partenza per la 24h alle ore 12.00, seguita alle 15.00 dalla 6h. La Polisportiva Pineta non poteva mancare a questo evento e si è presentata con 2 squadre da 4 - Polisportiva 1 (Dario Guarda-Cornella Iva-Covi Max e Secchi Stefano) e Polisportiva 2 (Lubian Andrea-Vezzani Marco-Galtarossa Paolo e Caiazzo Jacopo) nonchè 2 "ladies" (Girardi Sandra e Decarli Fabiana) in solitaria per la 6h e da noi chiamate "le ragazze", che si sono ben distinte. Inizio gara con temperatura ideale e sole che scaldava il giusto. Verso le 18 Giove pluvio ha preso parte anche lui alla gara. Sia le ragazze che i due team si sono ritrovati a pedalare sotto la pioggia battente che rendeva il terreno sempre più fangoso e pesante. Alle 21, terminata la 6h, le nostre ragazze concludevano la gara al secondo (Fabiana) e terzo (Sandra) posto con pochissimi giri di distacco dalla prima classificata che rispetto alle nostre portacolori era sicuramente più allenata. BRAVE ragazze!!!! I due team nel frattempo si organizzavano al meglio per affrontare la notte e l'acqua, che non mollava. Luci e faretti prendevano posto sulla bike e sul casco per affrontare la gran parte del circuito che non era illuminato. Finalmente la notte lasciava il posto alla luce del giorno mentre l'acqua, assieme al fango, continuava incessantemente a cadere. Dopo una mattinata massacrante l'orologio segnava le ore 12 e la fine della 24h che vedeva i nostri due team posizionarsi rispettivamente al quarto (Polisportiva 1) e quinto (Polisportiva 2) posto. Esperienza massacrante, più per il terreno molto fangoso e la pioggia che per il fatto di pedalare, ma molto bella sia per la giusta compagnia sia per la dura prova superata. Ora aspettiamo la 6h in settembre a Bolzano. (a breve seguiranno anche le foto)

Gita del 24/05/2014

Polisportiva Pineta, un nome, una garanzia. E che garanzia!!!! Garantito che quando la Polisportiva Pineta si muove, che sia sci, calcio o bici lo fa in massa!!! Circa 15 bikers alla volta di Monticolo lungo la ciclabile. Un serpentone multicolore che sale verso Appiano-Eppan, svolta verso Cornaiano-Girlan, Colterenzio-Schreckbichl dove finalmente abbiamo potuto mettere le ruote grasse (modo di dire per distinguerci dalla bici da corsa) sul terreno che più ci piace: sterrato, radici e sassi!!! Chi prima, chi dopo, si raggiungeva il punto più alto della gita dove i più giovani si sbizzarrivano in salti, acrobazie funamboliche e tecniche di guida da vero mountaibiker. Finito il divertimento (per modo di dire perché con noi il divertimento non finisce mai!!!) ci siamo diretti verso la baita dei forestali (ancora salita!!??) da dove si poteva ammirare un panorama degno di cartolina. Noi ci siamo limitati a qualche foto..... Di nuovo in sella e discesa fino al bar del lago piccolo di Monticolo. Sosta con bevande, gelati e quattro chiacchere e poi......di nuovo salita!!!! ma dolce. La discesa l'abbiamo fatta lungo il sentiero nr.2 che a qualcuno (vero ELisa, Emanuel e Giulio??) mancava. Per i nuovi (Federico e Simone) è stata una bella scoperta. Rientro a Bolzano dove ci si è salutati con la previsione di rivederci sabato prossimo. Grazie a tutti per la partecipazione. Ciao da Andrea, Luciano, Marco e Max.

Gita del 17/05/2014

Finalmente dopo vento da nord e temperature non nella media stagionale, la Polisportiva Pineta - MTB Over13 - ha effettuato la seconda gita stagionale. Partenza da Bolzano alle ore 15 circa, con un bel gruppo di circa 20 persone, tra adulti e ragazzi/e, alla volta del "Bittnerhof" ubicato a 600m s.l.m. sopra l'abitato di Nalles - Nals. Ciclabile fino ad Andriano-Andrian e poi su, lungo il sentiero n.5. Salita corta (siamo abituati a ben altro!!!) con due tratti tecnici. Qualche ragazzo (vero Emanuel???) cercava l'impianto di risalita pensando di essere ancora ad Obereggen, ma a forza di tira e spingi siamo arrivati tutti quanti a destinazione. Sosta con relativa ricarica delle batterie, mai completamente scariche, con panini allo speck e roast kartoffeln. Verso le 17 il gruppone si è mosso per fare ritorno verso casa affrontando la discesa in ordinata fila indiana. Luciano a fatica riusciva a contenere l'entusiasmo con il quale i nostri giovani hanno affrontato il pendio. Elisa, temeraria più che mai, ne conserverà il ricordo.......Giunti a valle si ripercorreva la ciclabile alla volta di Bolzano dove il gruppo si divideva. Siamo solo all'inizio di altre fantastiche "avventure" in mtb. Un BRAVO a Daniel, Elisa, Emanuel, Federico, Linda, Ivan e Matteo (in ordine alfabetico) per l'impegno. Vi aspettiamo per il prossimo sabato. Ciao a tutti. Andrea, Luciano, Max e Marco.